VIDEO ET SIMILIA

TEASER VIDEO 4 “SPAZIO AEREO | OUTERSPACE” –  30.01.15 – @ SPAZIO AEREO

*

LA CAPRA + DADA VS A/V SET @ FLATSCAPE – MESTRE (VE)
11.28.2014

 

 

FLATSCAPE #1

Appuntamenti ricercati con la musica sperimentale ed elettronica.
Paesaggi sonori percorsi da LIVE, DJSET e VISUAL.

≈ Live: La Capra
La Capra, no-fi session (cassette, synth DIY, carabattole, effetti)
Weakie Discs Records
www.weakiediscs.blogspot.com
www.giulioescalona.weebly.com


≈ Visual: Dada VS
Dada Versus, alter ego virtuale di Valerio Veneruso, si muove tra pixel rarefatti, codec corrotti e immagini arcane. I suoi interventi sono momenti d’immersione totale che danno vita a un’esperienza visiva unica.
http://vimeo.com/user5621269/videos
https://dadavs.wordpress.com/

≈ Dj set:
ONCE A WEEK ( Laio/Brokenchips)
LECRI (Electronicgirls)http://electronicgirlslabel.weebly.com/lecri.html

Il primo appuntamento Flatscape è in collaborazione con l’associazione veneziana Nerodiseppia, un progetto collettivo a sostegno dell’autoproduzione e della creatività libera.
Nerodiseppia è uno spazio di incontro e promozione di artisti, musicisti, designer e produttori indipendenti, le cui attività si svolgono sia nella sede di Venezia che in collaborazione con altre realtà, in un’ottica di scambio e crescita reciproca.
http://www.nerodiseppiavenezia.com/
https://www.facebook.com/nerodiseppiavenezia/info

*

 

DADA VS VJ SET for CARNEVALANGA CONNECTION @ CAMPO MANIN – VENICE
02.28.2014 (HEAVY ROOTATION) + 02/02/2014 (MORPHEGROUND + SONAMBIENT + CKRONO & SLESH)


CARNEValuno carnev2 carnevalTREKKKZ

 *

DADA VISION PROD. PRESENTS: SNOK BROWN – INTRO (SHOWOUT) – PROD. DJ SHOCCA AKA ROC B

Snok still

(Click the pic to see the video)

“Intro(Showout)” è il primo video estratto dall’album “Nobody Knows” di Snok Brown, fuori dal 18/02/2014 per Unlimited Platform/Soul Riot.
Per ordinare su iTunes: https://itunes.apple.com/it/album/nobody-knows/id812557836
Per info su copia fisica, live e booking: snokbrown@gmail.com
Regia e montaggio: Valerio Veneruso per Dada Vision Prod.

https://dadavs.wordpress.com/

Registrato da Igor di Cataldo e Luca Pasqualetto @ MudStudio, Venezia
Mix & Master a cura di Dj Shocca aka Roc B @ UnltdStruggle Studio, Treviso
(http://www.everydaystruggle.it/)

*

A GLITCHED DEATH FOR A GLITCHED LIFE – 2013

Schermata 05-2456414 alle 18.53.31

(Click the pic to see the video)

*

TV THINK – 2010
E’ un progetto nato per immaginare una televisione nella quale è impossibile distrarsi, facendo ritornare così questo mass media alla sua funzione di “informatore”. L’intenzione di introdurre dunque aforismi e/o azioni di personaggi illustri della cultura italiana all’interno di programmi televisivi concepiti per le masse (di target differente) è proprio quella di far riflettere su come potrebbe essere una società interessata molto di più alla riflessione piuttosto che all’intrattenimento.
Per maggiori info:
http://www.livestream.com/tvthink
utopictvthink@gmail.com

TV THINK – Dodò recita “L’infinito” di Leopardi

Schermata 03-2456374 alle 18.17.49

(Click the pic to see the video)

TV THINK – Marcello Lippi parla dell’eremitismo

Schermata 03-2456374 alle 18.15.52

(Click the pic to see the video)

TV THINK – Vittorio Sgarbi dice la sua sull’importanza delle parole

Schermata 03-2456374 alle 18.13.49

(Click the pic to see the video)

TV THINK – Intervallo

Schermata 03-2456374 alle 18.09.10

(Click the pic to see the video)

*

TUTORIAL SUL NULLA / A TUTORIAL ABOUT NOTHING – 2010

Schermata 03-2456374 alle 18.04.11

(Click the pic to see the video)

*

MANI IN ALTO – 2010

maninalto
(Click the pic to see the video)

Mani in alto è un video costituito da ventisette sequenze video in loop (nove per ogni parte) che, susseguendosi con un ritmo che varia a seconda della durata di ogni singolo filmato, genera un climax in cui le tracce audio si confondono fino a diventare indecifrabili.
Mani in alto è un video costituito da ventisette sequenze video in loop (nove per ogni parte) che, susseguendosi con un ritmo che varia a seconda della durata di ogni singolo filmato, genera un climax in cui le tracce audio si confondono fino a diventare indecifrabili.I frammenti video in questione sono stati presi tutti da telefilm, polizieschi e non, prodotti in America dal 2001; il filo conduttore delle sequenze selezionate è l’intimidazione, elemento che risulta essere una costante dei telefilm americani di maggiore successo. Mani in alto vuole riflettere non solo sulla condizione di tensione alla quale il telespettatore consenziente viene costantemente sottoposto, ma anche su come le vicende politiche del 2001 hanno modificato, in un paese come l’America, l’idea di rapportarsi all’altro; l’aumento dei controlli sul territorio e l’adozione di sistemi di difesa molto aggressivi, sono infatti atteggiamenti che si riflettono inevitabilmente anche in tutto ciò che il paese produce, dal settore culturale a quello dell’intrattenimento. L’intenzione di Mani in alto è quindi quella di proiettare lo spettatore in una situazione di allarme che, come in un racconto kafkiano, finisce per risultare tanto incomprensibile quanto catartico.
Ulteriori elementi utili per una giusta fruizione del lavoro sono: il doppiaggio italiano, che sembra evidenziare l’aspetto ridicolo delle spettacolari scene di azione rette dai costi molto alti delle produzioni americane, e la narrazione; nel video è infatti possibile percepire una sorta di racconto che si snoda attraverso la suddivisione del filmato in tre momenti precisi: ogni parte comincia e finisce infatti con una determinata azione (l’irruzione, l’inseguimento e l’uccisione di un personaggio) fino alla frase conclusiva del video: “È tutto finito!”.

Annunci